Sei curioso di sapere come farcire la Pinsa Romana? Sei capitato nella pagina giusta!

Oggi più che mai la Pinsa sta diventando parte delle nostre abitudini alimentari come un’ottima alternativa alla Pizza. La Pinsa si distingue per la sua forma ovale e per la sua superfice particolarmente ondulata, caratterizzata da bolle soffici, ottenute dalla pressione delle dita dei mastri pinsaioli. Un’altra distinzione risiede nell’impasto composto da una miscela di tre farine: farina di frumento, farina di riso e farina di soia che lo rendono più croccante e leggero. Ecco perché la Pinsa risulta essere anche molto più digeribile!

E allora: come posso condire la Pinsa? Posso usare qualsiasi ingrediente?

Partiamo dal presupposto che la Pinsa è versatile.

Se finora ti sei immaginato la Pinsa salata con i classici condimenti, rimarrai sorpreso dal fatto che può essere anche usata come semplice focaccia, come base al posto del pane o, ancora, come dolce.

E gli ingredienti? Per preparare la Pinsa puoi dare sfogo alla tua creatività: se hai fantasia puoi dedicarti a ricette gourmet più elaborate, se invece hai poco tempo ma non vuoi rinunciare al gusto puoi puntare sulla semplicità.
Nessun problema: otterrai sempre un risultato delizioso, qualsiasi sia l’abbinamento.

Ecco alcune farciture per la tua Pinsa che puoi preparare:

Pinsa Gourmet con Tartare di Fassona
Chi lo avrebbe mai detto ma la tartare di fassona e la Pinsa sono un abbinamento perfetto! Per questa ricetta puoi tranquillamente usare la tartare di fassona già pronta che trovi al supermercato. Inizia con il distribuire un filo di olio Evo sulla base e inforna per circa 4/5 minuti. In uscita condisci la Pinsa con la stracciatella di Mozzarella, aggiungi la tartare di fassona, le rondelle di cetriolo fresco, un pizzico di pepe, sale e un filo di olio Evo. Per concludere le zeste di limone. Et voila! Non è mai stato così semplice realizzare una Pinsa gourmet particolare ma gustosa!

Pinsa Marinara
Come si dice? La semplicità paga sempre? Anche la nostra Pinsa Marinara, semplice ma sfiziosa!
Parti con la preparazione dei pomodorini confit che richiedono più tempo e tagliali a metà. Successivamente disponili su una piccola teglia anti aderente o con carta da forno. Sui pomodori tagliati aggiungi appena di zucchero, aglio tritato finemente, un filo di olio Evo, origano e un pizzico di sale e inforna a 140 ° per 30 minuti. Nel frattempo prepara i pomodori pelati inserendoli in una ciotola e, aiutandoti con una forchetta, schiacciali appena, ma attenzione a non esagerare, non deve diventare una crema! Insaporisci con sale, olio e del basilico fresco. Successivamente disponi i pomodori pelati sulla base e inforna per 5 minuti. In uscita aggiungi i pomodori confit, foglie di basilico fresco e un filo di olio Evo. La Tua Pinsa Rossa è pronta!

Pinsa Focaccia Oriente con hummus di ceci e mortadella
Tra queste farciture per la Pinsa non può mancare la sua versione focaccia, altrettanto buona!
Inizia con il frullare i ceci cotti, setacciali e amalgama il tutto con un pizzico di sale, pepe e olio Evo. Inforna la base con filo di olio per 4/5 min. In uscita condisci con la crema di ceci, la mortadella e aggiungi del pepe rosa in grani come tocco finale!

Pinsa in Dolce con crema di mascarpone al lime
La dolcezza non basta mai e neanche sulla Pinsa!
Prendi la crema di mascarpone e amalgama con ricotta, formaggio spalmabile, succo di limone, la sua buccia, una spolverata di zucchero a velo e miele. Insaporisci le fragole con zucchero e champagne o vino spumante. Cuoci la base Pinsa per circa 3/4 minuti in modo tale che rimanga più morbida (tempo di cottura indicato è da seguire solo per farciture dolci). In uscita ricopri la base con la crema al mascarpone al lime e taglia a fette. Su ogni singola fetta aggiungi un cucchiaino di fragoline di bosco, una spolvera di zucchero a velo, zeste di lime e per concludere in bellezza una fogliolina di mentuccia fresca.

Se ti sono piaciute le nostre idee, scopri altre ricette ideate per ogni gusto!
Ne hai qualcuna da proporci? scatta la tua Pinsa e condividila sui social con HASHTAG: #cipinsoio e TAG:@Pinsami_italia