Cos’è la schiscetta: 3 idee con la Pinsa

La parola schiscetta, di origine dialettale, indica in primis il contenitore che si utilizza per trasportare il pranzo quando si mangia fuori casa. Questo termine derivante dal milanese “schiscià”, o “schiacciare”, è poi diventato famoso anche per indicare un pasto veloce, comodo e nutriente che possa essere facilmente trasportato nei contenitori porta pranzo.

La comodità di preparare la schiscetta per il tuo pranzo fuori casa si traduce anche in un grande risparmio in termini di costi: eviterai infatti di dover acquistare il tuo pranzo nel supermercato o nei bar e potrai organizzare i tuoi pasti in base a quanto presente nel tuo frigo, minimizzando gli sprechi. Inoltre farai del bene all’ambiente perché ridurrai drasticamente l’uso di confezioni usa e getta!

Potrai usare la tua schiscetta in modo intelligente dando sfogo alla tua creatività. Infatti, ci sono numerose ricette che si possono realizzare per una schiscetta da portare al lavoro o a scuola. 

Pensare alla tua schiscetta già quando prepari la cena è un modo intelligente di organizzare il cibo per il giorno dopo evitando di preparare cose all’ultimo minuto. Per una schiscetta ideale, veloce e gustosa, devi assolutamente provare la nostra Pinsa.

Abbiamo chiesto anche alla nostra community social se avevano mai pensato alla Pinsa e i modi in cui prepararla come schiscetta. Sai cosa ci hanno risposto?

La Pinsa focaccia

Questa opzione si è rivelata la vincitrice del nostro sondaggio e la troviamo un’idea davvero smart perché la pinsa è perfetta per essere usata come focaccia: una base di accompagnamento gustosa, versatile, abbinabile con diversi ingredienti come verdure e creme spalmabili, è l’ideale da portare con te per un pranzo sfizioso.

Ecco allora la nostra proposta di pinsa focaccia per la tua schiscetta pronta in pochi minuti:

Ingredienti:

  • 1 Pinsa Classica Pinsami
  • Erbe miste a piacere (origano, timo, rosmarino)
  • Sale
  • Olio extravergine di oliva

Per l’hummus:

  • 240 g di ceci cotti
  • 200 g di spinaci surgelati
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 cucchiai di tahina
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Semi di sesamo per guarnire

Per la crudité:

  • 1 carota
  • 4-5 ravanelli
  • 1 costa di sedano

Preparazione:

Condisci la Pinsa con sale, olio e una spolverata di erbe miste. Fai cuocere in forno ventilato preriscaldato a 250°C per 5-6 minuti. Sforna, taglia e disponi nel porta schiscetta. Cuoci gli spinaci in padella con un filo di acqua e un pizzico di sale per 5-6 minuti finché saranno teneri e asciutti.

Trasferisci tutti gli ingredienti per l’hummus nella brocca del frullatore e riduci fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Disponila accanto alla pinsa e cospargi con i semi di sesamo. Ultima la schiscetta con le verdure pulite e tagliate a piacere.

Pinsa toast

Al secondo posto invece abbiamo la pinsa usata come toast. Hai finito il pane in casa o vuoi usare un prodotto di qualità per il tuo toast che rimanga croccante fuori e morbido dentro? Taglia la pinsa a quadrotti e lascia cuocere nel tostapane per qualche minuto o fino a doratura. È la base perfetta per tutti i tuoi toast e le tue schiscette. Dolce o salato, il Pinsa Toast è sempre buonissimo.

Ecco una ricetta per la tua schiscetta che puoi provare:

Ingredienti:

  • 2 Mini Pinse Pinsami
  • 1 zucchina
  • 4-5 fette di prosciutto cotto
  • 6 fette di mozzarella
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

Per il pesto di peperoni secchi:

  • 200 g di peperoni secchi
  • 15 g di mandorle pelate
  • 10 g di pinoli
  • 6 foglie di basilico

Preparazione:

Taglia a fette non troppo spesse la zucchina e cuocile su una griglia calda per un paio di minuti per lato. Taglia a metà le pinse e cuocile in forno ventilato preriscaldato a 250°C per 5-6 minuti.

Trasferisci nella brocca del frullatore gli ingredienti per il pesto e frulla fino a ottenere un composto omogeneo. Sforna le pinse e farcisci le basi con il pesto. Aggiungi uno strato di zucchine, uno di mozzarella e uno di prosciutto, dopodiché chiudi con l’altro pezzo di pinsa. Taglia a metà il panino e gusta.

Non ci avevo mai pensato!

Molti della community di Pinsami non avevano mai pensato a usare la pinsa come schiscetta. La Pinsa invece è facilissima da portare con sé per pasti veloci, si può preparare comodamente la mattina stessa nel forno, nella friggitrice ad aria o nel tostapane mentre si fa colazione. E’ buonissima calda, ma anche fredda, e si sposa con ogni ricettazione!

Ecco la nostra ricetta per questa pinsa schiscetta.

Ingredienti

  • 1 Pinsa Pinsami
  • Ricotta con olio al rosmarino e miele
  • 2 Uova barzotto
  • Fiocchi di peperoncino

Preparazione:

Parti dalle uova lasciandole riposare a temperatura ambiente per qualche secondo. Nel mentre metti un piccolo pentolino a bollire e porta a bollore. Versa ora le uova e lascia cuocere per circa 6/7 minuti. Una volta pronte bagnale con dell’acqua fredda per qualche secondo.

Ora è il momento di cuocere la pinsa, taglia in grandi quadrotti e cuoci nella friggitrice ad aria per circa 3 minuti per lato o nel tostapane per 2/3 minuti o a seconda della doratura desiderata. Se desideri prepararla in forno allora condisci con un filo d’olio e lascia cuocere per circa 5 minuti a 250°C.

Prepara anche la ricotta condendola con un filo di miele e olio profumato al rosmarino. Ora non ti rimane che comporre la tua schiscetta per un pranzo delizioso!

Dunque puoi usare la nostra pinsa per una schiscetta sfiziosa e ricca di nutrienti, abbinandola con verdure, carne, latticini e tanto altro. Comoda da portare con te e pronta davvero in pochi minuti, è l’ideale per mangiare qualcosa di sano e per dare varietà ai tuoi piatti.

E per non perderti tutte le nostre ricette esclusive, idee nuove e versatili su come usare la pinsa iscriviti alla nostra newsletter! 

ALTRI ARTICOLI DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE!

Vuoi ricevere il nuovo

ricettario digitale invernale?

Iscriviti alla nostra newsletter per riceverlo gratis!

Iscrivendoti dichiari di aver preso visione dell’informativa sulla privacy. Potrai disiscriverti in qualsiasi momento tramite il link presente in ciascuna newsletter.